Cerca
  • Zarish Neno

Domani potrò andare di nuovo alla Santa Messa

È stata estremamente difficile vivere questa situazione di coronavirus con l'astinenza dalla Santa Messa. Ci sono voluti molta fede e coraggio per poter sopravvivere senza i sacramenti. Non sono mai stata in grado di cogliere l'idea di partecipare alla Messa via televisione o Facebook.


La Settimana Santa e la Pasqua sono state l'apice del mio malessere. Volevo scoppiare in lacrime, ma non riuscivo perché la mia fede mi avrebbe detto di essere fiduciosa. Ho cercato di seguire tutti i servizi via televisione e ho fatto del mio meglio per accontentarmi di essi.


Finalmente domani posso participare alla Santa Messa!!!


In questo momento provo emozioni diverse. Una parte di me è molto felice di tornare di nuovo alla Santa Messa e una parte di me è preoccupata per quanto mi sentirò triste quando vedrò il sacerdote ed i fedeli con le mascherine e guanti.


Già mi sento malissimo quando sono fuori casa a guardare questo nuovo mondo cambiato. E domani sarà ancora più duro.


Ma la cosa che mi sta facendo preoccupare di più è come mi sentirò malissimo quando vedrò i fedeli a prendere la Comunione con i guanti senza dire 'Amen'.


Quello che non riesco a capire è perché la Chiesa abbia fatto un così grande compromesso per prevenire questa malattia: il compromesso della fede.


C'è così tanto che non riesco più a capire. Ho così tante domande a cui so che non è possibile avere risposte e nessun dibattito su Facebook sarà di aiuto.


Sto solo usando questa dolorosa esperienza per crescere nella fede e attendo tempi migliori che sono sicura che molti di voi stanno facendo.


«Spera nel Signore, sii forte,
si rinfranchi il tuo cuore e spera nel Signore» (Salmo 27 , 14).

#covid_19 #coronavirus #fedeintempodicoronavirus #fede #esperienze #SantaMessa #Covid #ChiesaCattolica

1 commento